lunedì, dicembre 14, 2009

Madeleines ai canditi

Le maddalene!!!
che buoneeeeeeeeeeee, sono morbide, quasi spugnose e inzuppate nel tè al pomeriggio quando magari fuori iniziano a cadere i primi fiocchi di neve scaldano bene il pancino e il cuore!
Non le faccio quasi mai se non quando cercando lo stampo per qualche biscotto non mi capita sotto mano quello per loro e allora mi dico che visto lo sforzo minimo e la resa invece ntevole, perchè non prepararne una copiosa infornata?!?

Ingredienti (per 12 maddalene medie)

120g farina 00
100g zucchero semolato
90g burro fuso tiepido
1 cucchiaino lieviro per dolci
1 uovo intero
1 tuorlo
un pizzico di sale
canditi a piacere



-In una terrina sbattere bene le uova con lo zucchero e il pizzico di sale fino a ottenere un composto spumoso e molto chiaro;
-Aggiungere la farina setacciata con il lievito e infine anche il burro fuso non caldo;
-mescolare bene il tutto e incorporare anche i canditi leggermente infarinati (serve a nn farli depositare tutti al fondo);
-Coprire la terrina con pellicola e lasciar riposare in frigo almeno 1h (MOLTO MOLTO IMPORTANTE!!!!)
-Accendere il forno a 180° e preparare lo stampo apposito, versare una cucchiata di impasto per ogni formina e cuocere in forno caldo per 12 minuti, o fino a che la superficie sia ben dorata!

hugs,kisses&madeleines!

mercoledì, novembre 18, 2009

CheeseCake alla zucca

Autunno tempo di zucche!
Io sono un paradosso vivente per quanto riguarda questi frutti perchè mi piacciono tantissimo cotte al forno,ma non e posso sopportare in nessun altro modo, che siano il ripieno dei classici tortelli alla mantovana oppure il contorno di qualche secondo o come inq uesto caso parte fondamentale di un dolce!
E allora perchè hai fatto un cheesecake?!?
Perchè avevo tre zucche da smaltire e non sapevo più come usarle, così alla ricerca in rete di qualche ideuzza sono capitata giust'approposito sul sito GialloZafferano con questa spettacolare ricetta!
L'ho seguita passo passo, per cui vi lascio solo le foto del mio cheesecake.
Le uniche varianti che ho fatto sono state l'uso di biscotti al cacao al posto dei digestive che nn avevo!

Se vi piace la zucca questa è un'ottima torta da provare!
Hugs,kisses&cookies

mercoledì, novembre 11, 2009

Brownies doppio cioccolato

Sono rimasta un attimo indietro con le ricette! cavolo si vede che sto proprio cercando lavoro in proporzione al numero di torte e dolcetti che in questo periodo ho il tempo di preparare!
Questa volta è stato il turno dei Brownies, che era una vita che non riproponevo, forse per l'eccessiva quantità di burro che comportano!
Io ho ridotto la dose e in effetti si sentiva perchè non erano così tanto morbidi come quelli originali, ma la bilancia altrimenti davvero mi sgrida in modo serio se non mi rimetto in riga!
Che poi...se ci penso bene, ho ridotto si la dose di burro, ma tanto li ho colati di ganache!

Ingredienti (teglia media rettangolare)

2 uova intere
100g cioccolato fondente extra fuso
30g cacao amaro in polvere
130g farina 00
1/2 bustina lievito per dolci
120g zucchero semolato
100g burro


Preriscaldare il forno a 180°
Fondere il burro con il cioccolato e far intiepidire
Sbattere le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso, unire le polveri setacciate insieme e in ultimo il cioccolato fuso;
A piacere unire anche delle nocciole ( o noci, o mandorle) tritate grossolanamente;
Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato e infornare per 20-25 minuti.
Togliere dal forno e lasciar intiepidire, tagliare in quadrotti o a losanghe e una volta freddi inondare i brownies con una copiosa colata di ganache al cioccolato!

Tips:
-a mio avviso è meglio far cuocere questo tipo di impasti per i primi 10 minuti a 180° e poi abbassare la temperatura del forno a 160° e proseguire la cottura per il restante tempo indicato così che il risultato sia di dolcetti cotti ma dal cuore ancora umido e molto morbido!
-Importante colare la ganache calda sui dolcetti freddi, non il contrario perchè altrimenti i brownies ancora caldi assorbirebbero la crema invece che lasciare che essa raffreddandosi formi quello strato di glassa che è un vero piacere addentare!

Hugs,kisses&cookies

venerdì, ottobre 30, 2009

Crostata "montata" alla ricotta&cioccolato

La ricetta originale è dell'ultimo numero di "Sale&Pepe" ma nella loro la base della crostata era una frolla bianca, io invece da super choco-addicted quale sono ho deciso di abbondare con il cacao e quindi fare una bella torta moracciona!

Ingredienti:

per la frolla montata
300g farina 00
130g zucchero semolato
130g burro morbido
40g cacao amaro
2 uova intere

per il ripieno
300g ricotta vaccina freschissima
100g cioccolato fondente extra
4 cucchiai di zucchero
1 uovo intero

Preparare la frolla
-in una terrina montare le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto gonfio; aggiungere il burro morbido e un terzo delle polveri setacciate insieme; continuare a sbattere il tutto e poi aggiungere il resto delle polveri; amalgamare bene tutto, formare una palla e riporla in frigo a riposare per un'oretta;

Preparare il ripieno
-accendere il forno a 180°
-con le fruste elettriche sbattere la ricotta con lo zucchero e l'uovo; tritare a coltello il cioccolato e unirlo al composto;

-Foderare uno stampo da crostata da 22cm con carta forno o burro&farina;
-Stendere la frolla in due dischi di cui uno più grande per la base inferiore, con questo ricoprire lo stampo e versarvi all'interno il composto di ricotta;
-Coprire lo stampo con l'altro strato di frolla e se ne avanzasse formare delle decorazioni da mettere in superficie;
-Con i rebbi di una forchetta bucherellare il bordo della crostata così da far uscire l'umidità del ripieno;
-Cuocere in forno caldo per 40 minuti.

Hugs,kisses&cookies

domenica, ottobre 25, 2009

Plumcake variegato alla Nutella


Aaaahhh, Nutella!
Avete presente l'espressione goduta di Homer Simpson quando pensa intensamente alla sua birra preferita o ai donoughts? ecco io ho la stessa faccia quando penso alla Nutella!
La dose minima che entra in casa mia è il vaso da 750g e non fa in tempo ad andare a male!Mai.

Ieri pomeriggio ero "gnecca", ovvero di malumore, un pò malmostosa e inversa, insomma non propriamente una buona compagnia, così per armonizzare l'ambiente ho deciso di "sacrificare" tre cucchiaioni del mio nettare per arricchire un plumcake bigusto.
Il cuore è rimasto cremosino e la parte bianca molto morbida...toglietemelo da daventi che altrimenti me lo finisco da solaaaaaaaaaaaa!

Ingredienti

300g farina 00
150g zucchero semolato
130g burro pomata
4 uova intere
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
3 cucchiai di cacao amaro
3 cucchiai, (ma anche 4 volendo) di nutella
1 bicchiere di latte

-Preriscaldare il forno a 18o°; imburrare e infarinare lo stampo da plumcake o uno a cerniera da 22cm
-In una terrina sbattere a crema il burro con lo zucchero; aggiungere poi un uovo alla volta e continuare a sbattere con le fruste fino a ottenere un composto molto spumoso;
-Setacciare la farina con il lievito e la vanillina e aggiungerli al composto mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno; aggiungere anche mezzo biscchiere di latte e amalgamare il tutto;
-Versare metà del composto nello stampo;
-Aggiungere al restante composto il cacao e la nutella, mescolare bene e allungare con il latte; potrà sembrare troppo morbido ma serve apposta così che in cottura nn secchi e poi possa rimanere morbido e non stopposo per almeno due giorni;
-Versare il composto nero nello stampo e con la punta di un coltello affondate nei due impasti così che si marmorizzino leggermente e cuociano uniformemente!
-Leccae il cucchiaio e poi infornate; cuocere a 180° per 30 minuti, abbassare a 160 e cuocere per altri 10 minuti; verificare la cottura con uno stecchino.
-Far intiepidire giusto per non ustionarvi il palato al primo morso.
Hugs,kisses&cookies

martedì, ottobre 20, 2009

Plumcake ai fichi

La scorta di marmellata di fichi finalmente inzia a scemare...il raccolto del mese scorso mi ha fruttato 4 barattoloni di marmellata di fichi&cioccolato, ma prima di utilizzare quella voglio finire la versione "nature" di soli fichi che ancora conservavo in dispensa, così su richiesta di un dolce "morbidoso-da-colazione-ma-non-troppo-dolce"(cit.) ho preparato un plumcake semplicissimo arricchito proprio con la marmellata incorporata all'impasto invece che spalmata all'interno!

Ingredienti

130g burro morbido
100g zucchero semolato
3 uova intere
5-6 cucchiai di farina 00
1/2 bustina di lievito per dolci
1 vasetto da 250g di marmellata di fichi
latte qb

-Preriscaldare il forno a 180°;
-Imburrare e infarinare lo stampo classico da plum cake
-Sbattere a crema il burro con lo zucchero; aggiungere un uovo alla volta e continuare a sbattere con le fruste a media velocità;
-Setacciare la farina con il lievito e aggiungerli al composto poco alla volta amalgamando bene con un cucchiaio di legno; aggiungere anche la marmellata e mascolare bene il tutto; se necessario agiungere anche poco latte per diluire il composto che deve restare molto cremoso;
-Versare nello stampo e cuocere per 45 minuti; verificare con lo stecchino.
-Lasciar intiepidire su una gratella per dolci...sempre se vi riesce
Hugs,kisses&cookies

giovedì, ottobre 15, 2009

Chocolate Cake



Direttamente dall'ultimo numero di "Sale&Pepe" ho prontamente preparato questa torta stile americano che più cioccolatosa non si può!
Un vago sentore di caffè che arricchisce il gusto pieno del cioccolato fondente che la fa da vero padrone in tutta la ricetta.
Non ho cambiato una virgola nelle dosi e ingredienti della torta, seguita la ricetta esattamente come veniva proposta sulla rivista..eccola:



300g cioccolato fondente extra
150g zucchero semolato
3 uova intere
180g farina 00
40g cacao amaro in polvere
1/2 bustina lievito vanigliato
2 cucchiaini caffè solubile
30g burro
1 bicchiere di latte

-Preriscaldare il forno a 180°
-Fondere a bagnomaria il cioccolato spezzetato con il burro e far intiepidire
-Sbattere bene le uova intere con metà dose di zucchero; setacciarvi le polveri (farina+ lievito+cacao+zucchero) e aggiungere anche il cioccolato fuso gradatamente, amalgamando bene tutto in modo che nn si smontino le uova;
-Aggiungere anche il latte poco alla volta;
-Imburrare e infarinare uno stampo tondo a cerniera da 20cm e versare il composto; infornare in forno caldo e cuocere per 40 minuti;abbassare la temp. a 160° e cuocere per altri 10 minuti
-Lasciare freddare nello stampo e servire.
Hugs,kisses&cookies

io avevo lo stampo da 18cm così ho ricavato anche altri 4 super mega choco muffins con cui faremo presto presto merenda!

venerdì, ottobre 09, 2009

New York Cheesecake

Il sito di "Giallo Zafferano" è sempre una fantastica risorsa da spulciare quando si è alla ricerca di una ricettina!
Io volevo provare con la clasica e super tradizionale "New York Cheesecake" sia perchè mi è stata insistentemente richiesta, sia perchè ha un aspetto da vero "comfort food" per cui approfittando anche del primo freschino di questo autunno che non voleva arivare, ieri mi sono adoperata per cucinarla!
Ho comprato il philadelphia, peccato che poi io me lo sia dimenticato nel frigo dei miei, quindi avendo io in casa della ricotta ho usato quella; il risultato è stato molto più soffice che non con il formaggo cremoso, e anche l'aspetto è leggermente diverso dall'originale perchè sembra più spumosa che non compatta, ma il sapore non ne ha risentito!

Ingredienti (stampo a cerniera da 20cm)

per la base:
80g biscotti secchi tipo digestive
40g burro fuso

per la crema:
250g ricotta freschissima
100ml panna fresca (nn nel cartoccino,quella fresca!!!)
100g zucchero semolato
vanillina
20g fecola o farina 00
1 uovo intero e 2 tuorli

Preparare la base:
-tritare i biscotti nel mixer, aggiungere il burro fuso e compattare il composto sulla base dello stampo rivestito di carta forno; mettere in frigo a compattare per almeno 30 minuti;

Preparare la crema:
-Accendere il forno a 180°;
-In una terrina sbattere le uova con lo zucchero, la vanillina e la panna fino ad avere un composto molto gonfio;
-Aggiungere la ricotta e la fecola (o farina) e sbattere ancora fino ad amalgamare il tutto;
-Togliere lo stampo dal frigo e versarvi la crema, infornare in forno caldo per 40 minuti; abbassare la temperatura a 160° e proseguire per altri 10 minuti.
-Io poi ho spento il forno e aperto lo sportello di poco e lasciato la torta a raffreddare insieme al fonro senza toglierla.
Hugs,kisses&cookies

martedì, settembre 22, 2009

Cupcakes alla marmellata di lamponi

Ingredienti (6 cupcakes)

150g farina 00
100g zucchero di canna
100g farina di mandorle
90g burro
2 uova
1/2 bustina lievito per dolci
1/2 vasetto marmellata di lamponi

-Preriscaldare il forno a 180°
-Dividere tuorli e albumi;
-Montare il burro con lo zucchero; aggiungere un tuorlo alla volta e infine le farine setaciate con il lievito;
-Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e aggiungerli mescolando delicatamente al composto;
-Se necessario aggiungere anche poco latte;
-Versare il composto nei pirottini da muffins per un terzo e aggiungere un cucchiaino di marmellata di lamponi in ognuno; versarvi sopra il rimanente composto e infornare per 20-25 minuti.

Hugs,kisses&cookies

lunedì, settembre 14, 2009

Budino al cioccolato e amaretti


Sono tornataaaaaaa!
Ok per poco perchè devo scappare di nuovo, oh oh oh...uffi, ormai il tempo per postare ricette scarseggia davvero tanto e me ne rammarico perchè passare qualche minuto alla tastiera del pc a scrivere di ingredienti e relativa messa in piega è sempre rilassante, ne approfitto quando riesco a ritagliarmi qualche momento durante le serate di riposo dallo spignattamento in agri!
Io non amo tantissimo i dolci al cucchiaio, preferisco una bela fetta di torta cioccolatosa invece che bavaresi-panne cotte et similia, ma a richiesta lo scorso we ho preparato questo budino al cioccolato molto molto semplice; seguendo la ricetta base ho poi solo aggiunto qualche mandorla a lamelle all'interno e un amaretto come decorazione finale!

Ingredienti (8 stampini monoporzione o 2 grandi)

2 buste di preparato per budino in polvere
700ml latte caldo
mandorle a lamelle
amaretti
a piacere Amaretto di Saronno

-Sciogliere il preparato in un terzo della dose di latte e mescolare con una frustina in modo da non formare grumi; scaldare in un pentolino antiaderente e aggiungere il resto del latte poco alla volta fino a raggiungere il bollore; lasciar sobbollire a fiammo dolce per qualche minuto e poi versare negli stampini leggermente inumiditi con l'amaretto di saronno;
-Lasciar intiepidire a temperatura ambiente e poi far raffreddare completamente in frigo almeno 3h prima di servirlo;
-Come decorazione usare degli amaretti da disporre sugli stampini singoli oppure a piacere sugli stampi più grandi; si possono anche sbriciolare sopra il budino già sformato!

Lo so che il budino si prepara anche molto semplicemente con cacao e fecola o maizena, però ho trovato questo preparato equosolidale che è davvero ottimo, senza conservanti nè sostanze strane di cui nn si bene l'esatta provenienza!
Hugs,kisses&cookies

domenica, agosto 30, 2009

Una raccolta per l'estate

Siamo quasi giunti alla fine della stagione estiva, tutto sommato mancano solo 22 giorni al termine da calendario ma cosa ci impedisce di raccogliere una bellissima serie di ricette che possano poi ricordarci dei colori e profumi di questa meravigliosa stagione?!
Mik, il suo team e tante blogger hanno pensato bene di creare una raccolta di ricette dedicate e ispirate all'estate; io mi intrometto con questa torta di yogurt e lamponi!
L'originale è di una ricetta trovata sul numero di agosto di "Good Food" e non prevedeva l'uso dello yogurt ma dato che avevo meno burro di quanto previsto e più yogurt del preventivato, ho fatto buon viso a cattivo gioco e mi sono giostrata con le quantità!


Ingredienti (stampo da 22cm)

140g farina mandorle
140g farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina vanillina
140g zucchero semolato
2 uova intere
90g burro pomata
1 vasetto yogurt magro bianco
lamponi qb

-Preriscaldare il forno a 180°
-Setacciare nella palnetaria le farine con lo zucchero il lievito e la vanillina;
-Rompere le due uova e iniziare a sbattere bene il tutto a media velocità; aggiungere il burro molto morbido e lo yogurt; sbattere tutto velocemente fino a ottenere un composto morbido, quasi pastelloso;
-Versare due terzi del composto nello stampo, rivestito di carta forno o imburrato e infarinato e disporre dei lamponi sulla superificie; versare il composto rimanente e poi decorare con gli ultimi lamponi;
-A piacere decorare con mandorle a lamelle;
-Cuocere in forno caldo per 30-35 minuti; lasciar freddare nello stampo e poi servire con del gelato alla vaniglia.

Hugs,kisses&cookies

lunedì, agosto 10, 2009

Risotto al Rosmarino


Finalmente una mattina di pausa!
Le ultime due settimane sono state frenetiche, caotiche, calde e impegnative: il lavoro in agriturismo mi ha completamente assorbita, tanto che non mi ricordavo nemmeno come fosse fatto il mio letto! 13h filate in piedi a correre su e giù per la cucina come un'indemoniata a preparare antipasti-torte e primi! Ma che bella soddisfazione!!!!
Non sono sola in cucina, ovvio!Anzi io sono la garzoncella di turno, perchè sto proprio facendo la sana gavetta e da brava galoppina corro,salgo e scendo scale, porto avanti e indietro casse di carni-verdure-formaggi-teglie di torte e torte salate!
Ma ho i miei spazi di palco; tra un servizio e l'altro preparo kg e kg di marmellate, questa è stata la settimana delle more...la prossima non si sa ancora! finchè ce ne sono da raccogliere se ne fanno...e cuoci e passa,e cola e passa con il passaverdure, e rimetti ad addensare e poi invasa, poi sterilizza i vasetti, poi asciugali, poi prepara le etichette e popi etichetta!!!oh yes!

Visto che è nel menù di questa settimana vi lascio la ricetta del
Risotto al Rosmarino
( niente foto perchè per ovvi motivi, o sono dietro a fare il risotto o gli faccio le foto, ma quando ci sono i clienti a tavola che hanno fretta di mangiare senza tenere conto che i tempi di cottura del riso sono quelli e non lo possiamo preparare due ore prima...manca a me il tempo per scattare le foto!)

Ingredienti (per 4 persone)

250g riso carnaroli
1,5 l brodo vegetale
due cucchiai di olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco
una manciata di rosmarino tritato finemente a coltello
1 lime, il succo.
burro-parmigiano qb

-Preparare il brodo vegetale con sedano-carota-cipolla-prezzemolo;portare a bollore, tenere in caldo;
-Tostare il riso con l'olio e poi sfumare con il vino bianco quando la parte alcolica è completamente evaporata iniziare ad aggiungere il brodo vegetale e mescolare con cura; aggiungere un mestolo alla volta di brodo e portare a cottura in 15-16 minuti;
-A 5 minuti dalla fine cottura aggiungere anche il rosmarino;
-Quando il riso è al dente, spegnere il fuoco e procedere alla mantecatura con una noce di burro e il parmigiano a piacere;consiglio di metterne poco in modo da non coprire il sapore del rosmarino;
-A mantecatura ultimata unire anche il succo del lime;
Impiattare e servire!

A piacere ricavare con il rigalimoni, la scorza del lime da mettere sul piatto come decorazione finale!
Hugs,kisses&cookies

venerdì, luglio 31, 2009

Andiam Andiam...andiamo a spignattar...

Tra le ultime pagine di questo blog scorrevano copiose balle di fieno come quelle che si vedono avolte nella polvere dl deserto nei film western; non sono stata per nulla presente nella vita virtuale colpa o merito del fatto che invece mi sia prodigata in quella reale ogni giorno a cercare un lavoro nell'ambito gastronomico, trovandolo infine dopo essermi letteralmente presentata via telefono e di persona in alcuni agriturismi nei dintorni di Milano, per la precisione in Brianza, zona che pullula di proposte interessanti dove passare una domenica con le gambe sotto al tavolo a mangiare come si suol dire "tipico" e "bene".

Oggi inizia la mia nuova avventura, una delle tante che negli ultimi anni mi sono cercata caparbiamente, spesso anche senza l'approvazione materna che non sempre ha condiviso con me le mie aspirazioni e i miei reali desideri, ma che non si è mai comunque impuntata segregandomi tra le quattro mura a monito e come punizione tardiva.
Certo è che lei avee preferito un'altra strada per questa sua figlia sognatrice e a volte poco costante,ma lo so che mi vuole bene e l'ho capito dall'enfasi con cui nei giorni scorsi mi chiedeva aggiornamenti e novità riguardo il mio nuovo inizio.

Sta di fatto che di progetti in testa ce ne sono tanti, uno che coinvolge anche la mia amica Alice, compagna e sorella da tanti anni a questa parte e con la quale l'idea di condividere la passione per la cucina sarebbe un'enorme gratificazione; oggi però ne comincio uno in solitaria, è una prova come sempre anche con me stessa, voglio convincermi che la mia non è solo una passione, ma che mossa proprio da questa passione io sia in grado di combinare qualcosa di concreto che sia soddisfacente e gratificante al contempo.
Maggiori spiegazioni a tempo debito, diciamo che queste righe hanno più valore per me come scacciapensieri piuttost che come vero annuncio ufficiale.
Mi attende il mio periodo di prova, poi come mi è stato anticipato "vediamo", va bene..allora poi vedremo!
I soliti dolci Hugs,kisses&cookies

lunedì, luglio 06, 2009

Torta morbidosa&marmellata di lamponi

Ye, ye ye...anche questo lunedì ci troviamo per l'appuntamento consueto con "Tips&Cooks" su LeiWeb!
Spunto e ispirazione della ricetta è stata la grigliata di ieri al lago; giornata spettacolare, sole, caldo ma ventilato perchè su nel nostro famoso pratino si sta sempre troppo bene! Dopo tanti anni di campeggio, finalmente i miei zii, e ospiti, hanno preso 4 mura che racchiudono una piccola cucina ma fornita di forno...il che per una che come me quando vede un pacco di farina e l'esenziale per la pasticceria non riesce a trattenersi è stata la molla per farmi prepare un dolcetto veloce veloce da sbocconcellare a fine pranzo!

Io ho usato quanto avevo a disposizione, ma essendo un impasto molto semplice, con lo stesso si possono preparare dei muffins ( con le mie dosi ne dovrebbero venire circa 20), oppure una torta del diametro di 24cm!
Qui trovate la ricetta!

Hugs,kisses&cookies

martedì, giugno 30, 2009

Clafoutis alle ciliegie


Appuntamento settimanale con LeiWeb e la consueta ricettina della rubrica "Tips&Cooks"!
Dolce tipicissimo della cucina francese che in questa casa riscuote ogni volta un enorme successo è il Clafoutis alle Ciliegie!
La particolarità è che le ciliegie non devono essere denocciolate, ma vanno solo e semplicemente pulite; ovvio è bene avvertire gli avventori di questa "mancanza" perchè altrimenti si ricschia di mettere a repentaglio qualche dente, ma tradizione vuole così!!!!

Certo è che avendo a disposizione il levanocciolo lo si può usare senza troppi sensi di colpa, i francesi non se ne avranno a male se si decide di snaturare così bonariamente questa ricetta!
Seguite i link per la ricetta!

Hugs,kisses&cherries

lunedì, giugno 15, 2009

Torta Pane&Mele

Bentrovai all'appuntamento del lunedì con le ricette di "Tips&Cooks" su "LeiWeb"!!!
Questa settimana vi propongo un medley gastronomico, come mi sono divertita a chiamarlo nella rubrica, tra due ricette che per me sono fonte di ricordi e tante merende!
Due torte che appartengono entrambe alla tradizione popolare della Lombardia, mia regione natale, e al Piemonte, mia regione adottiva; la prima è la super classica "Torta Paesana" (o "Torta di pane"), mentre la seconda è una torta di mele e cioccolato che io ho sempre mangiato in piemonte perchè almeno una volta alla settimana o la nonna o sua cognata ne preparavano la propria versione!

Entrambe non hanno una ricetta codificata, nel senso che essendo delle torte molto molto semplici, non prevedono dosi fisse di ingredienti; questi stessi possono anche cambiare a seconda della disponibilità del momento!La nonna, tanto per fare un esempio, se magari non aveva a casa l'uvetta o i pinoli non andava all'emporio a prenderli apposti...se ne faceva tranquillamente a meno!!!!
Seguite il link per la ricetta!!!!
Hugs,kisses&cookies

venerdì, giugno 12, 2009

Mega muffin senza uova

Come ogni venerdì eccoci arrivati all'appuntamento con la rubrica "Cibo LiberaMente" su Mik!
Questa ricetta è dedicata a tutti coloro che patiscono la presenza delle uova in generale e sono allergici alla proteina contenuta sia nel tuorlo che nell'albume e che è causa delle maggiori reazioni allergiche: ovalbumina.

Ho pensato ad una ricetta che fosse adatta a tutti, grandi e piccini e la versione cioccolatosa che vi propongo è assolutamente rimodellabile a seconda dei gusti personali.
Dato che nella stragrande maggioranza dei dolci la presenza delle uova intere o solo tuorli/albumi è data per scontata ho deciso di cercare un'alternativa alle torte che io personalmente amo tantissimo e che soprattutto in inverno preparo a seconda dell'umore del giorno!
La lievitazione in questo caso è stimolata dal lievito di birra che agisce nell'impasto ma senza farsi sentire troppo, per cui il risultato è un dolce morbido e soffice; unica nota che mi preme sottolineare è che non essendoci la presenza nemmeno del burro è una torta che resiste un paio di giorni al massimo conservata avvolta nell'alluminio, altrimenti rischia di essere un pò stopposetta!

A piacere ovviamente nell'impasto si può aggiungere la quantità di burro desiderata a rendere ancora più morbido ed elastico l'impasto.
Hugs,kisses&cookies

ah...fate un giretto anche qui! Mi autocelebro giusto un pochetto!!! = )

lunedì, giugno 08, 2009

Pagnotta integrale di farro e semi di papavero

Ancora pane!!!!
Ebbene si! Da quando ho scoperto il potere del Lievito Madre almeno una volta alla settimana quando lo rinfresco poi lo uso per una bella pagnottona!
Con 500g di farina ( solitamente mista integrale) mi vengono due pagnotte di media dimensione! E' una forma che trovo molto comoda perchè una di solito finisce nel giro della cena/pranzo e l'altra una volta fredda la taglio a fette e le congelo così da avere il pane fresco per i successivi giorni!
Seguite i link per la ricetta di questa settimana...è lunedì e quindi l'appuntamento è per la rubrica "Tips&Cooks" su LeiWeb!!!!

lasciatemi pure lì i commenti così ho modo di rispondere anche prima che qui sul blog!
Hugs,kisses&cookies

venerdì, giugno 05, 2009

Sorbetto al cioccolato: LiberaMente

Parte ufficialmente da questa settimana con appuntamento fisso al venerdì la rubrica "Cibo LiberaMente" pubblicata sul blog di Mik.

L'idea è nata cercando un argomento che potesse essere interessante e "diverso" da pubblicare con cadenza settimanale ma che avesse come contenuto non solo la semplice ricetta, ma soprattutto potesse incontrare esigenze di "regimi alimentari" non del tutto tradizionali.
Dato che, un pò per sfrotuna, un pò a questo punto per fortuna, io sono sempre stata costretta a mantere una salda attenzione nei confronti di tutto quello che mi metto nel piatto, ho voluto condividere con tutti coloro che hanno intolleranze alimentari o vere e proprie allergie quelle che sono le mie esperienze e quel poco di competenza che negli anni mi sono creata!

Da qui il nome, scelto dallo staff di Mik che come sempre sfoggia grande fantasia: "Cibo LiberaMente" proprio per sottolineare la possibilità di mangiare cibi che solitamente vengono proposti con ingredienti che possono scatenare qualche reazione in modo "alternativo" ovvero liberandoci dall'ansia e dal timore di quelle stesse reazioni!

La prima ricetta che ho scelto di realizzare è dedicata a chi patisce il lattosio e i derivati del latte ma non vuole rinunciare ad una golosissima merenda nei giorni di caldo torrido!
Un sorbetto al cioccolato (ovviamente super fondente nel mio caso, ma regolabile di amarezza...ma mai scendere sotto il 60% come cioccolato fondente).
Godetevi pure tutta la sua dolcezza, perchè anche la linea non è per nulla a rischio! Ricetta light e golosa al tempo stesso!

La ricetta originale la potete trovare nel libro di James Martin "Desserts".
Hugs,kisses&cookies

lunedì, giugno 01, 2009

Torta al LemonCurd

Nuovo appuntamento con la rubrica "Tips&cooks" su "LeiWeb"!
Quest'oggi ho scelto di pubblicare la ricetta di una torta soffice soffice e arricchita dal gusto morbido ma corposo della crema al lemon curd!

La ricetta la potete trovare qui!
Per il LemonCurd potete invece affidarvi alla ricetta del "Cavoletto di Bruxelles" oppure cercare direttamente la versione già pronta al supermercato, ormai si trova senza grandi problemi!
Hugs,kisses&cookies

mercoledì, maggio 27, 2009

Crostata di speck&asparagi

Fresca fresca di pubblicazione su LeiWeb questa ricetta sfiziosa con gli ultimi asparagi disponibili di stagione!!!!!
Buon Appetitooooooooooooooo



Hugs,kisses&cookies

sabato, maggio 23, 2009

Crostata nocciole&visciole


Ieri sera stavo guardando una delle mie trasmissioni preferite in onda sul Gambero Rosso: "Dolcemente" nella quale in ogni puntata lo chef Maurizio Santin propone una delle sue spettacolari ricette di dolci! solitamente sono sempre munita di carta e penna perchè ce ne sono davvero molte che sono replicabili senza tanti problemi, della serie che sembrano molto più complicate di quanto non siano, e quella di ieri per l'appunto era una di queste!
La frolla è una delle basi della pasticceria, la crema pasticcera idem e insieme sono già un'ottima torta, con l'aggiunta della marmellata di visciole e di una crema a base di nocciole danno vita ad una crostata dal gusto molto particolare!
La visciola di suo mantiene il sapore leggermente acidulo che la contraddistingue, che però viene mitigato da quello affumicato della nocciola e dalla morbidezza della crema pasticcera che avvolge il tutto!

Purtroppo non sono riuscita a prendere nota delle dosi esatte così come le ha date lo chef, però mi sono adattata con quanto avessi a disposizione io!


Ingredienti (1 stampo da crostata da 26cm+ 1 da 22cm)

per la frolla

350g farina 00
100g fecola
200g burro freddo
150g zucchero semolato
2 tuorli
1 uovo intero
la scorza di un limone

per la crema pasticcera

3 tuorli
400ml latte fresco
25g fecola
25g farina 00
5 cucchiai di zucchero semolato

1 vasetto di marmellata di visciole

per la crema di nocciole

3 tuorli
4 albumi
150g burro morbido-pomata
170g zucchero semolato
4 cucchiai zucchero a velo
100g pan grattato
100g nocciole tostate tritate a farina
sale qb

la preparazione è lunga ma può essere benissimo organizzata in modo da dividerla in due giorni portandosi avanti con la frolla e la crema!

Preparare la frolla
formare un panetto e porla a riposare in frigo per almeno 2 ore, ( è tanta per cui ha bisogno di più tempo, meglio farla la sera per il giorno dopo o la mattina per la sera! si conserva in frigo anche due giorno per cui non ci sono problemi, l'importante è che prima di stenderla sia portata di nuovo a temperatura ambiente altrimenti rischierà di sbriciolarsi invece che essere ben morbida)

Preparare la crema pasticcera:
-sbattere i tuorli con lozucchero fino a ottenere una crema spumosa, incorporare le farine setacciate e tenere da parte;
-in un tegamino far scaldare il latte; versare a filo un terzo del latte nel composto di uova sempre mescolando e poi versare questa crema nel resto del latte e riportare sul fuoco; far addensare la crema mescolando sempre con una frusta;
-togliere dal fuoco, versare in una terrina, coprire con pellicola facendola aderire perfettamente alla superficie così da non creare la patina opaca e far freddare completamente
anche la crema può essere preparata in anticipo, massimo però la sera per la mattina dopo o la mattina per la sera stessa; usando uova fresche non si conserva più di un giorno!

Preparare la crema di nocciole ( solo al momento del reale utilizzo)
-sbattere il burro morbido con lo zucchero fino a ottenere un composto bianco e spumoso;
aggiungere i tuorli uno alla volta continuando a sbattere (io uso sempre la frusta del mio amato Kitchen Aid), per amalgamarli al meglio;
-in un'altra terrina sbattere gli albumi a neve con un pizzico di sale e aggiungendo lo zucchero a velo un pò per volta
-ridurre in farina le nocciole con il pane;
-Aggiungere la "farina" al composto di burro&uova e in ultimo amalgmamare delicatamente gli albumi a neve; tenere da parte;

Passiamo all'assemblaggio:
-accendere il forno a 180°
-Stendere la frolla e rivestire gli stampi da crostata;
-versare sul fondo degli stampi la crema pasticcera;
-versare la marmellata di visciole a cucchiaiate senza stenderla perchè si mischierebbe con la crema, lasciarla così che poi si andrà espandendo in cottura;
-con una sacca da pasticceria senza usare bocchette, disporre la crema di nocciole a cerchi concentrici sulla torta;
-infornare in forno caldo per 20 minuti; controllare la cottura ed eventualmente prolungare di altri 5 minuti a 160°.

far freddare nello stampo e poi servire a fette cospargendo con zucchero a velo.
Hugs,kisses&cookies

lunedì, maggio 18, 2009

Sgombri alla livornese

Nuova ricetta che potete trovare qui, spiegata passo passo con le foto che illustrano il procedimento per sfilettare il pesce e ricavare dei filetti perfetti!!!!
se però non avete voglia di cimentarvi in questa impresa, chiedete al pescivendolo la cortesia di sfilettarveli lui!!!!

boooooooooooooooooni
Hugs,kisses&cookies

domenica, maggio 17, 2009

Cous Cous speziato con coniglio

Quanto tempo era che non postavo una ricetta salata?!?
A parte quelle che riguardano il pane, erano davvero secoli che non mi cimentavo in una preparazione che per quanto pomposa possa sembrare in realtà è molto semplice e gustosa!
Avevo del coniglio in congelatore che era da consumare, soprattutto perchè avevo bisogno di cedere il suo posto alla pasta madre, così invece che cucinarlo come al solito "alla ligure" con olive e pinoli questa volta l'ho preparato come se fosse uno spezzatino di pollo che potesse bene sposarsi con un cous cous speziato.

Ingredienti (per 3 persone)

150g cous cous precotto
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaino di paprika dolce
1 cucchiaino di paprika piccante ( solo una punta se non vi piace troppo)
1 cucchiaio di olio evo
acqua calda qb
sale fino qb

Per il coniglio


mezzo coniglio disossato (fatevelo preparare dal macellaio!!!!)
1 scalogno
2 pomodori perini o da sugo (o pelati)
olio evo qb
sale qb
maggiorana e timo a piacere

-In un tegame fate scaldare l'olio con lo scalogno tritato e fate ben imbiondire, aggiungere il coniglio a tocchetti e fate rosolare il tutto;
-Tagliate i pomodori a pezzettini, togliete gli eventuali semini interni, aggiungeteli al coniglio ben rosolato e regolate di sale e degli odori; aggiungete del liquido in cottura se dovesse asciugarsi troppo (acqua tiepida o brodo vegetale se ne avete a disposizione). portate a cottura in 30-40 minuti.

Preparate il cous cous seguendo le istruzioni della scatola. io di solito mi muovo così:
-In un pentolino scaldare l'acqua: per 150g di cous cous ne bastano 200ml; quando sta bollendo regolate di sale;
-In un tegame antiaderente mescolare in cous cous con le spezie, versarvi a filo l'acqua calda, mescolare con un cucchiaio e coprire; lasciare gonfiare il cous cous per 5 minuti dopodiché unire un cucchiaio di olio a freddo e con una forchetta sgranare bene i chicchi;

Impiattare a piacere deponendo il coniglio sopra il cous cous o se preferite a lato, condendo con il sughino della carne!
Buon Appetito!!!
Hugs,kisses&cookies

venerdì, maggio 15, 2009

Pane integrale al farro

Ancora esperimenti con il lievito madre!!!!
Sono davvero molto soddisfatta della mia creatura, mi regala degli ottimi risultati e la lievitazione è un trionfo di morbidezza!
Il mio lm ha solo due settimane effettive di vita, il primo esperimento non mi aveva impressionata più di quel tanto nonostante avessi usato toni enfatici,ero comunque molto contenta di essere riuscita nell'impresa; ciononostante proseguendo con i rinfreschi, ho ottenuto del nuovo lm molto meno acido,si sente subito appena re-impastato e questo mi ha permesso di ottenere un pane integrale di farro morbidissimo e decisamente ben lievitato.
Questa volta ho capito come dosare la quantità di lm in proporzione alla farina!


Ingredienti per due pagnotte:

150g lm
150g manitoba ( se la trovate integrale ancora meglio!)
150g farina integrale 00
150g farina integrale di farro
10g sale fino
20g olio evo
5g zucchero di canna
300ml acqua tiepida ( da regolare un pò per volta)

-Fate sciogliere il lm con lo zucchero e 200ml di acqua nella planetaria;
-Aggiungete le farine setacciate e l'olio, in ultimo il sale e l'acqua che resta, aggiungendone ancora se necessario;
-Lavorate l'impasto a velocità 3 per 6-8 minuti con il gancio apposito, oppure a mano per almeno 10 minuti sulla spianatoia;
-Trascorso questo tempo, prelevate l'impasto che risulterà morbido ed elastico e mettetelo in una terrina dai bordi alti coperto con un velo di farina e la pellicola; lasciatelo lievitare in luogo tiepido senza sbalzi di temp. per almeno 6 ore; io lo metto sempre nel microonde sigillato o nel forno spento;-Una volta fatta la prima lievitazione, prendete lìimpasto, trasferitelo sulla spianatoia delicatamente e modellatelo a piacimento a formare un filone, pagnotte o panini dello stesso peso;
-Lasciate lievitare nuovamente sulla placca da forno coperto con un panno pulito per altre 6-7 ore ( di solito lo lascio la notte);
-Accendete il forno a 190° e una volta in temperatura infornate il pane, fate cuocere per 15 minuti, poi abbassate la temp a 180° e proseguite la cottura altri 10-12 minuti; verificate che sia ben cotto sollevandolo e picchiettando sulla base che deve suonare soda!
lasciatelo raffreddare quel tanto che basta da tagliarne una fetta!!!!!!!
Hugs,kisses&cookies

mercoledì, maggio 13, 2009

La primavera porta novità

Ho aspettato una settimana prima di scrivere queste righe, ma volevo proprio avere la certezza che la collaborazione andasse in porto e così è stato!
"Sogni&Pensieri", il mio bloggino tanto amato,coccolato e a volte anche un poco bistrattato per mancanza di ispirazione e tempo è sbarcato nel portale femminile del gruppo RCS: LeiWeb!!!

A dirla proprio tutta, devo ringraziare la mia amica Cristina che mi ha contattata dicendomi che nella redazione del sito erano alla ricerca di persone che si prendessero cura di un blog di cucina nella rubrica appositamente studiata, e così armata di lena e parlantina mi sono messa in contatto con la responsabile della redazione, una ragazza davvero molto gentile che mi ha subito accettata e dopo qualche scambio di mail per decidere giorno e ora (più o meno sempre la stessa) di pubblicazione, finalmente sono approdata al mio primo post qui.
Dai dai, già che ci sono continuo a gongolarmi un poco e vi lascio il link anche della scheda di presentazione che mi sono scritta per l'occasione (ovvio che la foto era con scai...lui è il mio consulente e personale food designer!)

Ho deciso di chiamare la mia personale rubrichetta "Tips&Sweets" giocando con il famosissimo "tricks or treats" tipicamente americano, perchè da amante-golosa dei dolci quale sono mi occuperò prevalentemente di queste ricette dando qualche dritta e svelando qualche trucchetto per ottenere dei risultati da applauso!
Oggi è stata pubblicata la seconda ricettina, delle "Crostatine alla crema di cioccolato" che sono state davvero molto apprezzate dai miei ben lieti di essere gli assaggiatori ufficiali di questa mia nuova avventura virtuale!

Beh per me è una grandissima soddisfazione, sono davvero molto contenta e onorata di essere parte di questa community bloggosa!
Di progetti nella testolina della Ietti in questo momento ce ne sono tantissimi, e uno in particolare ha a che fare con la mia amica alice e la nostra condivisa passione per i dolci e la pasticceria; da qualche bisogna cominciare e soprattutto adesso è arrivato il momento di concretizzare perchè siamo grandine abbastanza da avere le idee chiare...hm...forse qui dovrei riflettere meglio perchè non so se sia proprio tutto vero vero...però io in quello che riguarda questo ambito credo molto; amo cucinare, amo avere le mani in pasta e voglio provare.

Dai venite a curiosare, ci sono tante ricette che valgono la pena di essere lette e poi sperimentate!
Hugs,kisses&cookies

giovedì, maggio 07, 2009

Pane integrale con lievito madre

Quando si dice: sperimentare!
Questo pane ne è la vera prova! Ho deciso dopo mesi di elucubrazioni e tentennamente di cimentarmi finalmente con la Pasta Madre-Lievito Madre-Pasta Acida che dir si voglia!
Non ero convinta fino in fondo prima di prendere di petto la questione, un pò per timore di insuccesso, ma soprattutto perchè essendo intollerante io ai lieviti di ogni forma (pane-pizze&co; derivati del latte; prodotti fermentati in generale), ne devo sempre centellinare il consumo, indi per cui mi sarei ritrovata con una quantità spropositata di pasta madre che poi non avrebbe trovato giusta fine!
Invece grazie alla potente rete di forum di cucina che spopolano in rete, mi sono documentata e ho letto che è possibile congelare parte della pasta che non viene utilizzata nell'immediato oppure altro metodo di conservazione è farla essicare e poi riporla in un vasetto; ovviamente in entrambi i casi è poi necessario riattivarle e rinfrescare prima di poterle usare, ma tenuto conto che una volta che ci si imbarca sulla nave della lievitazione la fretta deve essere dimenticata, allora vale la pena provare!

Per la pasta madre mi sono affidata alla video ricetta che c'è sul sito della Cucina Italiana;
non ve la riporto, è davvero molto più semplice guardare il video e appuntarsi i passaggi base come i tempi dei rinfreschi e le quantità! E' spiegato in modo molto semplice e davvero seguire quelle indicazioni salva la vita!


Questo è l'impasto del mio primissimo pane che ho deciso di fare dopo il primo rinfresco del lm.
Ho usato forse troppo lm per la quantità di farina, ma la ricetta l'ho trovata così e così ho fatto non avendo mai provato prima; il risultato è stato ottimo, lievitato bene ma con un sentore acidulo di base, dovuto vero al lm stesso, ma nel mio caso alla troppa quantità utilizzata.
Beh, devo imparare!

Io sono assolutamente soddisfatta del mio primo risultato, ma soprattutto del mio tentativo andato a buon fine con il lm che per me rappresentava un pò uno spauracchio come il temperaggio del cioccolato, ma essendo testarda e cocciuta come un mulo in queste cose non mi sono persa via e ho pensato che male che potesse andare avrei sprecato della farina e un vasetto di yogurt! valeva la pena spargere farina per tutta la cucina e approfittare dei momenti in cui la casa era solo per me&scai per impastare!

Ingredienti per una pagnottona: (diminuire la dose di lm!!!!!)

250g lm
350g farina integrale
100g farina di grano saraceno
10g sale fino
1 cucchiaino di zucchero di canna
20g olio evo
250 ml acqua tiepida

-Nella planetaria del ka disporre il lm, lo zucchero e l'acqua e azionare a velocità 2-3 per sciogliere bene il lm;
-Aggiungere le farine e l'olio e iniziare ad impastare con il gancio adatto; versare anche il sale e azionare a velocità 6;facendo impastare per minino 5 minuti; aggiungere altra acqua se fosse necessario;
-Quando l'impasto sarà ben morbido ed elastico, riporlo in una terrina ampia e ungerlo leggermente sulla superficie, coprire con pellicola e mettere a lievitare per almeno 6-8 ore in ambiente tiepido lontano da correnti; io uso il forno spento o il microonde chiuso bene!
-Trascorso il tempo indicato, prendere l'impasto, disporlo delicatamente sulla spianatoia e formare una pagnotta o dei panini dello stesso peso;tagliare a losanghe la superficie e lasciar lievitare ancora almeno 5 ore;
-Accendere il forno statico a 200°; trasferire la pagnotta sulla placca da forno e spolverare la superficie con della farina; infornare per 20 minuti, poi abbassare la temperatura a 180 e continuare la cottura per altri 10-15 minuti!

Gnammete!!!!
Hugs,kisses&breads

sabato, maggio 02, 2009

Torta di Pane (o Torta Paesana)

Questa torta non ha una ricetta fissa, ci sono mille versioni, mille varianti; ogni famiglia, soprattutto qui in Lombardia, ha la sua propria ricetta e ogni nonna il suo piccolo consiglio da dare durante la preparazione!
L'ho fatta perchè avevo un sacchetto di pane raffermo di cui non sapevo che farmene se non gettarlo via, ma dato che una delle regole base in cucina è: "non si butta nulla", non avrei mai potuto prenderlo e disfarmene senza un pochino di senso di colpa!
Ho cercato in rete qualche versione che potesse darmi le indicazioni di massima da seguire, perchè sebbene la facessi abbastanza spesso con la mia nonna quando ero piccola, non mi ricordavo proprio alla perfezione i passaggi da seguire, così ho chiesto consiglio anche a qualche blogger e Pip mi ha linkato la sua ricetta postata tempo fa su Kucinare! Grazie!!!! = )

Mi sono poi adattata anche a quello che avevo a disposizione!

Ingredienti:

4 panini raffermi
600ml latte fresco
2 uova
2 cucchiai cacao amaro
4-5 cucchiai zucchero semolato
biscotti secchi qb (ho usato pan di stelle-ci vorrebbero gli amaretti)
mandorle non pelate a piacere
pinoli a piacere
uvetta a piacere

-Scaldare il latte in un pentolino;
-In una terrina romepere a pezzi il pane e versarvi sopra il latte caldo in modo che si ammorbidisca bene; lasciare così per una mezz'ora
-Mettere a bagno l'uvetta in un liquore a scelta ( ho usato l'amaretto di saronno) oppure con dell'acqua tiepida;
-Preriscaldare il forno a 180°;
-Ridurre in poltiglia il pane ammorbidito, nella stessa terrina spezzettare anche i biscotti e le mandorle tritate, aggiungere le uova e l'uvetta strizzata e mescolare il tutto; aggiungere il cacao;
-Dovreste ottenere un composto semigranuloso;
-Imburrare e infarinare uno stampo da 24cm,o foderarlo con carta forno;
-Versare il composto, decorare con i pinoli e infrnare in forno caldo per 35-40 minuti; verificare la cottura con la prova stecchino.
Hugs,kisses&cookies

...ah si la foto mi ha creato dei problemi, perchè avendola portata come dono non ho proprio fatto in tempo a scattarla prima di metterla nella scatola di latta del trasporto!
per farvi un'idea del risultato andate al link di kucinare poco sopra perchè l'effetto è quello!

lunedì, aprile 27, 2009

Torta "leggera leggera" al cioccolato


Il "titolo" originale della ricetta sarebbe Torta Souffle al Cioccolato, ma non volevo scopiazzare brutalmente anche quello così la mia è una versione leggera leggera!
La ricetta è dell'ultimo numero del trimestrale "Cioccolata&C." che io adoro da anni e che non manca mai, peccato solo che non sia un mensile!!!!

Ho seguito paro paro le indicazioni tranne per il fatto che non ho messo la farina di mandorle come indicato perchè oggi non avevo più mandorle in dispensa e ho usato uno stampo da 22cm invece che quello da 20cm; per il resto sono stata fedele e ligia!

Ingredienti:

100g farina 00
2 uova intere
2 albumi
150g zucchero semolato (ho usato fruttosio)
1 cucchiaino lievito per dolci
80g cioccolato fondente 70% ( o quello in avanzo dalle uova di pasqua)
latte qb

-Preriscaldare il forno a 180°
-Dividere tuorli e albumi; montare a neve ben ferma i 4 albumi con un pizzico di sale e metà dello zucchero indicato aggiungendolo mano a mano che si vanno gonfiando;
-In una terrina setacciare la farina con il lievito e lo zucchero;
-Fondere a bagnomaria il cioccolato con il latte,circa mezzo bicchiere, lasciar intiepidire;
-aggiungere i tuorli al cioccolato, sbattere leggermente e poi amalgamarvi la farina; aggiungere anche i bianchi a neve e mescolare delicatamente;
-foderare lo stampo con carta forno e versare il composto;
-Infornare in forno caldo, abbassando la temperatura a 160°, cuocere per 25-30 minuti.
Verificare la cottura con la prova stecchino!

Cospargere di zucchero a velo, oppure decorare con del cioccolato fondente sciolto a piacere!
Hugs,kisses&cookies

giovedì, aprile 09, 2009

L'uovo di Pasqua

Golosa come sono, l'Uovo di Pasqua in questo periodo per me è un vero "must-have" e quest'anno non avendo avuto il tempo di andare nel negozio Venchi a prendere il "ChocoCaviar", uovo super fondente decorato con "caviale" di cioccolato, ho optato per una versione casalinga dello stesso.
Premetto che il risultato è ancora da verificare, perchè il primo tentativo non è andato a buon fine: le due metà non mi si sono staccate dallo stampo perchè ho lasciato lo strato di cioccolato troppo sottile!
Poco male. Ci si riprova!

Primo passo: il TEMPERAGGIO del cioccolato!
Uno dei miei spauracchi veri e propri! Io non mi sono ancora dotata di termometro per dolci, nè qui in città ho a disposizione il piano di marmo su cui poter lavorare il cioccolato, così prima di procedere mi sono informata cercando alternative valide su qualche libro tematico e in rete.
Ho trovato una versione che mi ha dato molta soddisfazione!

Ingredienti (per un uovo di piccola-media dimensione)

600g cioccolato fondente 70%


-Spezzettare 500g di cioccolato in un pentolino, porlo a bagnomaria in un altro pentolino, senza lasciar bollire l'acqua e facendo attenzione a che non venga in contatto con il cioccolato;
-Far sciogliere il cioccolato senza mescolare continuamente;
-Nel frattempo spezzettare il restante cioccolato e tenerlo da parte;

-Togliere il pentolino dal bagnomaria e amalgamare bene il restante cioccolato spezzettato mescolando bene; questo serve ad abbassare la temperatura all'interno del pentolino portandola intorno ai 28° così poi da rimettere il tutto a bagnomaria e riportare la temperatura del cioccolato ai 30-32°, fase finale del procedimento.
-A questo punto il cioccolato è stato temperato ed è pronto all'uso e riutilizzabile in caso dovesse avanzare.


-Una volta che il cioccolato è pronto, versarlo nei due mezzi stampi, facendolo ben aderire alle pareti; importante che lo strato sia intorno ai 5-7mm ( io qui ho sbagliato perchè ne ho tolto poi troppo e mi è rimatso sottile);
-Colare quello in eccesso, capovolgere lo stampo su una grata per dolci e lasciar freddare per una mezz'ora; riporre poi gli stampi al fresco per una notte;
-Non avendo alternative io ho messo in frigo per una notte.


Ok, l'uovo in sè non mi è riuscito, ma almeno sono contenta di aver imparato a temperare il cioccolato senza il piano di lavorazione o il termometro, (che cmq ho intenzione di comprare!)
Già che Pasqua deve ancora arrivare, faccio cmq in tempo a riprovarci. sono una testa di legno per cui come dicevo a Mik la sfida Gaia vs Uovo la vinco io!!!!!

Sul sito-blog MIK-MadeInKitchen, trovate il post con lo stesso procedimento!
YEP!!!
Hugs,choco&cookies