giovedì, maggio 07, 2009

Pane integrale con lievito madre

Quando si dice: sperimentare!
Questo pane ne è la vera prova! Ho deciso dopo mesi di elucubrazioni e tentennamente di cimentarmi finalmente con la Pasta Madre-Lievito Madre-Pasta Acida che dir si voglia!
Non ero convinta fino in fondo prima di prendere di petto la questione, un pò per timore di insuccesso, ma soprattutto perchè essendo intollerante io ai lieviti di ogni forma (pane-pizze&co; derivati del latte; prodotti fermentati in generale), ne devo sempre centellinare il consumo, indi per cui mi sarei ritrovata con una quantità spropositata di pasta madre che poi non avrebbe trovato giusta fine!
Invece grazie alla potente rete di forum di cucina che spopolano in rete, mi sono documentata e ho letto che è possibile congelare parte della pasta che non viene utilizzata nell'immediato oppure altro metodo di conservazione è farla essicare e poi riporla in un vasetto; ovviamente in entrambi i casi è poi necessario riattivarle e rinfrescare prima di poterle usare, ma tenuto conto che una volta che ci si imbarca sulla nave della lievitazione la fretta deve essere dimenticata, allora vale la pena provare!

Per la pasta madre mi sono affidata alla video ricetta che c'è sul sito della Cucina Italiana;
non ve la riporto, è davvero molto più semplice guardare il video e appuntarsi i passaggi base come i tempi dei rinfreschi e le quantità! E' spiegato in modo molto semplice e davvero seguire quelle indicazioni salva la vita!


Questo è l'impasto del mio primissimo pane che ho deciso di fare dopo il primo rinfresco del lm.
Ho usato forse troppo lm per la quantità di farina, ma la ricetta l'ho trovata così e così ho fatto non avendo mai provato prima; il risultato è stato ottimo, lievitato bene ma con un sentore acidulo di base, dovuto vero al lm stesso, ma nel mio caso alla troppa quantità utilizzata.
Beh, devo imparare!

Io sono assolutamente soddisfatta del mio primo risultato, ma soprattutto del mio tentativo andato a buon fine con il lm che per me rappresentava un pò uno spauracchio come il temperaggio del cioccolato, ma essendo testarda e cocciuta come un mulo in queste cose non mi sono persa via e ho pensato che male che potesse andare avrei sprecato della farina e un vasetto di yogurt! valeva la pena spargere farina per tutta la cucina e approfittare dei momenti in cui la casa era solo per me&scai per impastare!

Ingredienti per una pagnottona: (diminuire la dose di lm!!!!!)

250g lm
350g farina integrale
100g farina di grano saraceno
10g sale fino
1 cucchiaino di zucchero di canna
20g olio evo
250 ml acqua tiepida

-Nella planetaria del ka disporre il lm, lo zucchero e l'acqua e azionare a velocità 2-3 per sciogliere bene il lm;
-Aggiungere le farine e l'olio e iniziare ad impastare con il gancio adatto; versare anche il sale e azionare a velocità 6;facendo impastare per minino 5 minuti; aggiungere altra acqua se fosse necessario;
-Quando l'impasto sarà ben morbido ed elastico, riporlo in una terrina ampia e ungerlo leggermente sulla superficie, coprire con pellicola e mettere a lievitare per almeno 6-8 ore in ambiente tiepido lontano da correnti; io uso il forno spento o il microonde chiuso bene!
-Trascorso il tempo indicato, prendere l'impasto, disporlo delicatamente sulla spianatoia e formare una pagnotta o dei panini dello stesso peso;tagliare a losanghe la superficie e lasciar lievitare ancora almeno 5 ore;
-Accendere il forno statico a 200°; trasferire la pagnotta sulla placca da forno e spolverare la superficie con della farina; infornare per 20 minuti, poi abbassare la temperatura a 180 e continuare la cottura per altri 10-15 minuti!

Gnammete!!!!
Hugs,kisses&breads

9 commenti:

Pip ha detto...

Chi la dura la vince, ce l'hai fatta al primo tentativo!
Splendida tartaruga!

Mirtilla ha detto...

complimenti davvero ;)

Federica ha detto...

Mmm.. veramente ottimo!!

marsettina ha detto...

adoro il pane e il tuo è bellissimooo

Mary ha detto...

che bello questo pane!

Francesca ha detto...

Beh se questo è l'inizio direi che continuare è d'obbligo!
p.s. ma anche il lievito chimico ti dà fastidio?

Gaia ha detto...

grazie a tutte!
se volete provare anche voi, ma come me siete titubanti...fidatevi vale la pena almeno provare! è meno complicato di quanto sembri...certo è che la prima settimana, quella in cui materialmente il lm nasce è da programmare perchè serve una certa puntualità nei primi rinfreschi!

@francesca:tutti i tipi di lievito! che siano di birra o in forma già evoluta quindi il prodotto lievitato finito come pane-torte-pizza&focaccia-biscotti lievitati o anche tutto quello che deriva dal latte tramite fermentazione quindi tutti i formaggi,lo yogurt o anche il tofu perchè deriva dalla fermentazione della soya, la salsa di soya stessa...l'aceto la birra, i vini...insomma un pò tutto!

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

Bel risultato brava!!Annamaria

claudio ha detto...

Grazie mi succede che però quando ho fatto i panini se li lascio ancora a lievitare per altre 5 ore si appiattiscono... come mai?