martedì, aprile 24, 2007

Torta Pasqualina

Sono un po' in ritardo con le ricette pasquali, ma questa è stata la nostra prima portata del pranzo: la tradizionalissima torta pasqualina con le verdure e le sfoglie soffiate dai polmoni della mamma!
In teoria secondo la tradizione vera e propria le sfoglie sarebbero dovute essere 7 oppure addirittura 33 come gli anni di Cristo, ma dato che questa era la nostra tradizione e nel frattempo c'erano le lasagne da finire, la colomba che stava lievitanto e io stavo impastando anche il pane, le nostre di sfoglie sono state solo tre sotto e tre sopra...tre è comunuqe numero perfetto, numero bilbico...insomma andava bene cmq! Vero?!?! ;-)

A noi ne sono venute due di torte, a voi dimezzare la dose se ne volete una sola!


Per la pasta
500g farina "00"
3 cucchiai di olio evo
qb vino bianco
qb sale

Per la farcia
12 uova di quaglia
500g erbette
1 uovo intero
300g ricotta
1 mazzetto di maggiorana tritata molto fine
olio evo
sale


-Preparare la pasta impastando la farina con l'olio e il vino bianco a sufficenza per ottenere un impasto molto elastico e morbido. Lasciar riposare almeno una mezz'ora sotto un telo da cucina umido;
-Lessare le erbette e colarle bene in modo che rilascino tutta la loro acqua, nel caso saltarle velocemente in padella; tritarle con la mezzaluna, tenere da parte;
-In una capiente ciotola, lavorare molto bene la ricotta fresca con l'olio e il sale e l'uovo intero, unirvi anche la maggiorana tritata e le erbette ben asciutte;
-Prendere la pasta e ricavarne sei sfoglie per tortiera, tre da usare come base e tre da usare come parte superiore; tirarle molto sottili aiutandosi con il dorso delle mani, come fosse la pasta strudel;
-Preriscaldare il forno a 180°;
-Disporre la prima sfoglia nella tortiera ben imburrata, disporre la seconda e poi la terza soffiando tra una e l'altra;
-Versare metà del composto nella prima tortiera, ricavare sei piccoli solchi e rompere sei uova di quaglia una in ogni solco;
-Coprire con le altre tre sfoglie e soffiare anche tra queste come prima;
-Procedere ugualmente anche per l'altra tortiera;
-Spennellare con un tuorlo sbattuto;
-Cuocere in forno caldo, anche ventilato, per 30minuti.
Servire a temperatura ambiente o leggermente tiepida.
Hugs,kisses&cookies


4 commenti:

Gata ha detto...

Gaia ma noi ci conosciamo già o sbaglio? Non eri anche su Cooker.net? Cmq. io sono Vivi@78, ma non so se ti ricordi.
Sono davvero contenta di aver trovato nuove persone celiache con cui confrontarmi. Che sei bravissima lo so già da tempo, seguo anche celiachiablog e le ricette pubblicate se non sbaglio sono tutte tue. A proposito dovrò provare anch'io qualcuna ^_*. Bacioni. vivi

Gaia ha detto...

ciao vivi!!!
sai che avevo intutito che fossi tu quando ti sei firmata in un post di anna con "vivi" e dicendo che eri anche tu celiaca, ma nn ero sicura al 100%
mi fa piacerissimo avero trovato anche il tuo blog!

ape ha detto...

oh mamma, è un saccp di tempo che non mangio le uova di quaglia!...

Gaia ha detto...

ma sai che io me le sono viste aprire sotto gli occhi, ma poi mica le ho mangiate!