giovedì, aprile 05, 2007

La Ciambella di Pasqua

Ovvero...la classica Colomba messa nello stampo da ciambella!
ora vi spiego gli arcani...

Tutto ha inizio un tranquillo mercoledì quando un puff-esemplare della razza umana e il suo fedele bianco compare decidono che durante il quotidiano momento dedicato al pranzo invece che volgere l'attenzione alla "Prova del Cuoco" la deviano al canale 416 ovvero a "Casa Alice", complice il fatto che casualmente la ricetta in onda fosse a totalmente a base di cioccolato, così attratti da quell'onda dolce-amara e così goduriosa il telecomando viene posato e il canale resta fisso fino alla fine della puntata in corso;

Il fato ha deciso che proprio quel giorno e proprio in quella puntata fosse ospite Fausto Rivola noto mastro-fornaio del "Club Arti&Mestieri" che avrebbe esposto una versione più "rapida" per ottenere la consueta colomba pasquale...la Ietti armata di carta e penna e incentivata dallo sguardo di approvazione canino, rivoltole più volte, decise di prendere scrupolosamente nota di ogni minimo passaggio che lo chef andava spiegando così da poter poi riproporre lo stesso dolce per il pranzo della domenica!

Dopo aver riempito due pagine di appunti, la curiosità e la voglia di provare si fecero sempre più pungenti, così che controllando la dispensa la nostra aspirante fornaia notò con estremo piacere che l'unico ingrediente mancante era la farina manitoba, di facile reperimento al supermercato sotto casa...ma no aspetta un momento...tragedia,disperazione, afflizione e sgomento...non era solo la manitoba a mancare, ma lo STAMPO!!!!!!! arghhhhhhhhhhhhhh e ora?! come risolvere la questione, no che panico, non si può fare la colomba senza lo stampo da colomba, come fare ahhh come ma come!!!!?!?
Una notte ad arrovellarsi ha portato consiglio, come proverbio vuole! Così l'illuminazione è giunta portando la Ietti a ipotizzare che forse lo stesso impasto potesse andare bene anche per lo stampo a ciambella così da creare una Torta pasquale invece che la solita colomba, dai non siamo così tradizionali, inventiamo qualche cosa di nuovo....se se se...solo perchè non avevo lo stampo!



Bando alle ciancie e via alla ricetta!!!

Piccole raccomandazioni:
1.mi raccomando tenete gli impasti bene lontano da sbalzi di temperatura altrimenti le lievitazioni vanno a farsi benedire, e rispettate i tempi di lievitazione!!!!
2.munitevi di tanta, taaaaaaaaaaaaaaaaaanta pazienza;
3.prima di iniziare, rimboccatevi le maniche e fatevi un buon caffè, servirà fidatevi servirà!!!!
4.conviene usare l'imastatore tipo kenwood o il mio cucciolotto kitchen aid!


I Impasto
180g manitoba


100g acqua tiepida
5g lievito di birra fresco

-Mettere nella planetaria la faria, sbriciolare il lievito e aggiungere l'acqua; iniziare ad impastare e dopo aver ottenuto una pastella soda e morbida coprire con pellicola e far lievitare 1h.

II Impasto



300g manitoba

100g burro pomata (morbido tolto dal frigo almeno due ore prima dell'uso)
120g acqua tiepida

5g lievito di birra

50g uovo (ho calcolato tre tuorli)

1 stecca di vaniglia

70g zucchero semolato

-Ri-mettere nella planetaria il I impasto e aggiungere nell'ordine:

farina
lievito sbriciolato
acqua un po' per volta
-Impastare a veloctà bassa fino a che questi primi ingredienti siano ben assorbiti, poi aggiungere
uovo (solo i tuorli, tenere da parte gli albumi da aggiungere se dovesse mancare parte liquida, o alla fine per la glassa)
zucchero
infine il burro
-Continuare a impastare aumentando gradulamente la velocità ma mantenendola bassa per non scaldare troppo l'impasto che dovra risultare ben compatto, ma molto morbido e liscio;
-Coprire con pellicola e lasciare lievtare 3h.


III impasto


250g manitoba
50g uovo
50g acqua tiepida
60g zucchero
20g miele
150g burro pomata
250g scorze di arancia candita (o misto canditi, o gocce di cioccolato)
qb sale fino

-Al secondo impasto aggiungere di nuovo nell'ordine:
farina
acqua
tuorlo
-Iniziare ad impastare ancora a velocità bassa fino a che, come prima, questi ingredienti siano ben amalgamanti all'impasto già pronto;
-Aggiungere lo zucchero mescolato al miele, il burro e continuare ad impastare mantendeno velocità costante sempre per non scaldare troppo l'impasto;
-In ultimo aggiungere un pizzico di sale e i canditi, impastare ancora qualche minuto fino a che l'impasto a questo punto non si stacchi da solo e senza problemi dalle pareti della planetaria;
-Spolverare la spianatoia con della farina, rovesciare l'impasto e a questo punto o lo dividete in due parti da mettere in uno stampo per ciambelle ben imburrato e infarinato, oppure per formare la colomba:
-dividete l'impasto in due parti di 3/4 e 1/4, ricavate dalla più piccola un filoncino con la parte centrale più sottile e adagiatelo nello stampo da colomba per formare le ali; procedete allo stesso modo con la parte più consistente e disponetela sopra l'altra al centro in modo che sia il corpo della colomba;
-In entrambi i casi dopo aver messo l'imasto nello stampo, lasciatelo lievitare ancora fino a che raddoppi di volume;


Glassa

100g farina di mandorle
3 cucchiai di zucchero a velo
albume qb

-Versare la farina di mandorle e lo zucchero in una ciotola, aggiungere l'albume poco alla volta in modo da ottenere una pastella molto morbida e non eccessivamente liquida;
-Preriscaldare il forno a 200°;
-Quando la colomba ha raggiunto i due terzi del bordo dello stampo, glassarla in superficie e disporvi sopra poi mandorle intere o a lamelle e granella di zucchero a piacere;
-Infornare in forno a temperatura abbassare a 180° e cuocere 10min;
-Abbassare a 170° e cuocere per 30minuti;
-Abbassare ancora a 160° e cuocere per altri 20minuti;
-Spegnere il forno e lasciar raffreddare in forno;
Se siete arrivati sino a qui solo come lettura, avete già la mia piena gratitudine, lo so è stata una lunga fatica, so che è stato provante, ma volete mettere il risultato....

Hugs,kisses&cookies

Sto cercando di ovviare all'inconveniente della non visualizzazione di un paio di foto in questo post, forse sono troppe anche se ridimensionate...cmq tutte le foto in ordine di procedimento le trovate anche qui!

5 commenti:

Vale ha detto...

Che bello così non dovrò per forza comprare lo stampo da colomba... BELLA IDEA ;)

Gaia ha detto...

si si a me l'ispirazione ciambellosa è venuta di notte!!! ma rende cmq moooolto bene!

Tulip ha detto...

Che brava! e Che lavorone!!
ciao Gaia e buona pasqua!

anna ha detto...

Ti ho lasciato un messsaggio sul messenger... buona questa ciambelcolomba... buone feste!

gli scribacchini ha detto...

Aaaaaarrrgggghhhhhhh!!!!!!!!!!!!!
Dov'è la mia fetta? Doveeee??????
Auguri Gaietta, e grattini a Sky :-)
Patt