venerdì, aprile 20, 2007

Torta "Nonna Papera"

..alle Pere&Ricotta


Questa torta è stata compltemente inventata durante il mio ultimo soggiorno collinare di qualche giorno fa! In concomitanza con la nostra permanenza lì è caduto anche l'80esimo compleanno del nonno, così aspettando di festeggiare con la famiglia al completo e volendo comunuqe tagliare una fetta di dolce da accompagnare al brindisi dopo cena mi sono inventata questa torta morbidosa con quello che avevo in dispensa e frigo al momento!

Ingredienti:

250g farina "00"
125g zucchero semolato (anche metà semolato+metà di canna)
125g ricotta freschissima
3 uova intere
2 pere williams
1 bustina lievtio per dolci
qb vanillina
qb latte
qb mandorle tritate (o lamelle)


-Preriscaldare il forno a 200°;
-Montare le uova intere con un pizzico di sale e poi aggiungere lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso; (circa 15min. con le fruste elettriche)
-Far colare la ricotta lasciando che perda gran parte del siero;
-Setacciare la farina con il lievito e la vanillina;
-Aggiungere la ricotta al composto di uova mescolando delicatamente in modo da non smontare il tutto;
-Aggiungere anche la farina continuando a mescolare dolcemente; eventualmente se il composto fosse troppo sodo aggiungere anche un poco di latte;
-Pelare una delle pere e tagliarla a tocchetti, infarinarli leggermente e poi mescolarli all'impasto (questo serve affinchè le pere poi durante la cottura non cadano tutte sul fondo, ma restino all'interno della torta);
-Imburrare e infarinare uno stampo da 26cm e versare il composto livellando bene la superficie;
-Tagliare l'altra pera in 4 quarti e poi a fettine sottili da disporre a piacere sulla torta, cospargere con le mandorle tritate o a lamelle;
-Infornare, abbassare la temperatura a 180° e cuocere per 30minuti;
-Abbassare ancora a 160° e cuocere per altri 10minuti.
-Lasciar raffreddare nello stampo e poi servire.
Hugs,kisses&cookies

13 commenti:

Tulip ha detto...

Gaia....
ma sta torta c'ha un aspetto favoloso!!

Così gonfia!!

eppoi l'accoppiata ricotta epere mi piace tantissimo...

magari io toglierei le mandorle (ad ognuno le allergie sue!!)

Baci!!

yuki ha detto...

che meraviglia!! da provare subito!
ma senti...ci posso mettere dello yogurt e del miele invece dello zucchero?

Gaia ha detto...

@tulip: si beh togli pure le mandorle se no poi mi riterrei responsabile di una tua allergia...sia mai!!!!

@yuki: lo yogurt si ovvio! per il miele al posto dello zucchero direi meglio lo sciroppo d'acero, altrimenti con il miele millefiori o d'acacia rischi che sia eccessivamente stucchevole

sempre io ha detto...

da fare subito..anzi appena arrivo a casa dall'umbria..ciao
Erre54

ape ha detto...

che bella forma: da scalare!!

...al contadino non far sapere..

Gaia ha detto...

allora buon rientro e buona prova!!! che spettacolo l'umbria, prima o poi ci devo tornare!!!

@Ape: quanto è buon il formaggio con le pere, suonava più o meno così giusto?!? ;-)

anna ha detto...

Giusto...è giusta anche la tua torta...allora la ricotta e le pere le ho...la ricetta l'ho salvata...pronta per prepararla...brava piccola...un abbraccio.
Ps se vai a Lodi alla biblioteca culinaria fammi un fischio che ho bisogno di un paio di libri...:-D

Gaia ha detto...

brava anna!!!
pensa che mi ha preso così bene sta torta che l'ho appena infornata di nuovo da portare oggi pomeriggio alle mie amiche, vediamo se anche questa versione alternativa alla base viene altrettanto bene...

Vaniglia ha detto...

Geppa, allora la cosa è reciproca! I pc si rifiutano di collaborare..vabbè!No, sai son convinta di aver collegato neurone e dita e lo devo aver scritto..ma chissà poi dove! That is the question.. Siamo di fronte ad un classico esempio di repetite iuvant: ti scrivevo che la montagnola di questo dolce mi garbava assai..e che quasi quasi mi potevo convertire alla frutta per l'occasione! Poi mi complimentavo col nonnino per la cifra tonda e "ponderavo" che deve essere stagione di compleanni di nonni, il tuo, poi la mia nonna tesora il 7 scorso ha fatto quota 72 e anche la nonna della Fudgy ha fatto cifra 80 non tanto tempo fa.. Degni nonni per golose nipoti insomma!
Buona domenica cara, se stavolta non te lo invia la prendo come una congiura ufficiale dell'etere ai nostri danni!!
;-))

Gaia ha detto...

teSSSSoro!
siamo egregiamente riuscite e ristabilire una comunicazione a prova di visur! si ma nota cosa ho scritto: viSUR invece che VIRUS direi che era meglio prima quando certe cose nn venivano prese da blogger, non è che diciamo troppe scemenze e blogger ci censura preventivamente quando si accorge che mettiamo mano ai commenti?!?

Vaniglia ha detto...

Ietti, mi pareva strano.. da me ti ho risposto e tutto ok, poi passo di qui e tac: giù di ctrl alt canc...non risponde...eh, l'ho benvisto!! Gli ho lasciato i suoi tempi, ho cenato, mi so' pappata il budino alla nocciola e si è ripreso. Quindi possiamo dire di aver forse passato il viSUR della scemenza???!Mah, sarà..sì a questo punto potrebbe decisamente essere il signor Blogger che ci legge nel pensiero e ci blocca la minchiata sul nascere..;-))) Vatte a fidà!
Bisous

Gaia ha detto...

vaniglia come dire...hm...mi sa che è buona la seconda ipotesi!!!

adina ha detto...

eilà! questa torta mi piace assai! la forma, bella, precisa, alta in centro e le pere messe così delicatamente... sono molto attratta dall'estetica delle cose, dall'ordine, e questa torta rispecchia tutto questo! sembra quella delle pasticcerie di una volta. brava!