domenica, maggio 14, 2006

Cuore alle fragole


E’ più forte di me, quando vedi i cesti di fragole al mercato non sono capace di resistere e devo assolutamente farne scorta…adoro le fragole, sono così belle, così dolci, così delicate…mi fanno impazzire per il loro colore brillante, per il verde del ciuffetto, per la forma a cuore di talune e per i chicchiri neri che sembrano piccole lentiggini!
Dopo il rotolo, e il risotto di qualche tempo fa oggi mi sono inventata questa torta semplicissima e di veloce preparazione.

Ingredienti: (per 12 muffins)

150g farina 00
50g frumina
50g farina di riso
80g zucchero semolato
20g zucchero di canna semolato
60g burro fuso tiepido
2 uova intere
1 cucchiaino di baking powder
vanillina
8-10 fragole tagliate a tocchetti ( a seconda delle dimensioni)
15-20g cioccolato fondente 70% grattugiato, o a scagliette




-Preriscaldare il forno a 200°;
-Fondere il burro e lasciarlo raffreddare;
-In una ciotola setacciare le farine con zucchero, vanillina e lievito;
-Tagliare a tocchetti le fragole, dopo averle mondate e lavate e aggiungerle alle farine insieme al cioccolato grattugiato;
-Sbattere leggermente le due uova e aggiungerle alle farine, aggiungere anche il burro fuso ed eventualmente un goccio di latte per ottenere un composto morbido, non importa che sia del tutto omogeneo;
-Preparare gli stampini da muffins, o imburrare un piccolo stampo a cerniera da 20cm, versare il composto e infornare abbassando la temperatura a 180° per 20min.
-Controllare la cottura con la prova stecchino.
Hugs,kisses&strawberries Posted by Picasa

12 commenti:

Lucia ha detto...

solitamente ne manguio talmente tante che mi viene l'orticaria

perec ha detto...

io ho una MACCHIA alle fragole. sulla mia maglietta preferita. è solo che non mangio mai in un posto comodo. devo fare semrpe ottocento cose, nmentre mangio. per dire, ora ho fatto colazione scrivendoti una mail...
strabaci, anche al piccoletto.

Francesca ha detto...

cos'è il baking powder?
buonissimi questi muffins a cuore:)
sabato quando sono andata a comprare le fragole erano finite..
ora però mi è restata la voglia!;)

luca ha detto...

sono buonissimi! buoni buoni...quando un'altra tornata di questi ottimi cosini? :P

Gaia ha detto...

per la tornata basta chiedere e dal forno ne escono di nuovi e ovviamente diversi...si diceva che "paganini non ripete..."

il baking powder è una polvere lievitante, tipo il lievito bertolini...va benissimo anche quello! io mi trovo bene con il baking!

grazie al cielo una delle poche allergie che non mi tocca è quella alle fragole, già devo fare i conti con il lattosio e i vari incroci di stagione, tipo pomodori e graminacee etc...

luca ha detto...

oehj paganini, sai che ci sono certi soggetti al mondo ai quali basta dare un qualsiasi tipo di cibo (non etnico) per farli contenti? ecco, mi sa che fra questi ce n'è uno che conosci bene

Gourmet ha detto...

Periodo di fragole!!!
E nei blog culinari i perversa qs frutto delizioso...
Dovrò provare qs versione, Gaia!!
:-)
Bacioni

gli scribacchini ha detto...

Come mai a forma di cuore? Siamo a san valentino o mi sono perso qualche cosa?
:-)))))))))
Lo zio

Gaia ha detto...

fragole, fragole e ancora fragole...si sandrina io sono una "addicted"! = )

ziotto caro: che giorno era domenica? la Festa della mamma!!!! a lei il cuore di fragole, a qualcun altro, che non ama l'etnico, i muffins tradizionali e il cuore non di fragole!!! ; )

"Non etnico" intanto ti sei già mangiato la tartare di tonno, (ed era crudo!) e il riso thay...taci che è meglio!!!!

RoVino ha detto...

Ciao Gaia, che bell'aspetto questa torta!
Posso fare una domanda in generale?
Noto che sono assai poche le appassionate di cucina che stanno attente o parlano nel loro blog della provenienza e qualità dei prodotti usati.
Penso che chi è appassionato come te, dovrebbe prestare la massima attenzione a queste cose (probabilmente lo fai).
Per esempio le fragole, è bene sapere da dove vengono e chi le fa, perché il frutto è estremamente poroso, quindi può essere un concentrato di veleni antiparassitari.
Non lo dico per metterti paura, assolutamente, ma è bene pensarci.
Ove possibile, conviene prenderle biologiche da aziende certificate.
Credimi, molti nostri acciacchi provengono dall'accumulo di sostanze nocive nell'organismo, cerchiamo di limitarli il più possibile.
Con simpatia
Rob

Gaia ha detto...

si certo Rovino, la provenienza è fondamentale! di solito ho la fortuna di poter fare la spesa ancora "dal contadino" perchè avendo i nonni in campagna, si va al mercato del sabato dove i banchi sono dei contadini della zona che vendono quello che coltivano e quello che di stagione in stagione riesce a crescere.
Direi che più biologico di così...
quando vado a fare la spesa con la mia brava lista se non trovo quello che cerco di origine biologica non lo compero e ne faccio a meno!

nini ha detto...

miammmmm,che meraviglia!!!