mercoledì, ottobre 11, 2006

A4 = l'icubo di ogni automobilista!

Entrata diretta sparata al casello di Sesto direzione Venezia, uscita consigliata Trezzo S.Adda.
Questa sarà la mia vita almeno per il prossimo anno; siamo al terzo giorno ufficiale di lavoro, l'avventura è iniziata un po' per caso, un po' su suggerimento, un po' per curiosità; il primo colloquio con il boss era andato bene, al secondo ho confermato la sua buona impressione iniziale e la sensazione a pelle che ho suscitato e il fatto che la presenza dei due cocomeri maturati in questi miei primi 24 anni si faccia sentire e sia evidente.
Bene. Ottimo primo passo.
Bene. Grande responsabilità.
Bene. Wow che emozione,e quanta paura...ho acquisito uno slancio verso le novità che non mi è mai appartenuto, però poi resto comunuqe un cancro per cui la tendenza a rifugiarmi nel guscio è sempre una tentazione molto forte, ma in questi ultimi anni ho anche sviluppato una buona dose di testardaggine che di sicuro torna utile quando gli obiettivi vengono a porsi sempre più grandi.
La strada non sarà facile, terminologia commerciale ed economica non la mastico, sarà una bella salita, ci sarà lo sterrato perchè per me è tutto nuovo e non ancora battuto, già che l'autunno è nel pieno al mattino inzia ad esserci anche la nebbietta e un velo di umifdità che rendono il suolo viscido e scivoloso, e magari con qualche pioggerella anche fangoso, ma ho deciso di mettermi ai piedi un paio di scarpette bianche che non ho intenzione di dover lavare, ma solo eventualmente spolverare.
Già che mi trovo in mezzo a insalate e mosse di karate, mi sento una via di mezzo tra una cintura bianca e un lattughino.
La A4 sarà la mia fantastica compagna di viaggio, sarà il mio tapis roulant di allenamento, sarò accompagnata da altre migliaia di persone che come me hanno la loro meta e approfittano dei rallentamenti per uno sguardo al telefonino,un ritocco al gloss, un'occhiata alla macchina accanto o per canticchiare la canzone che passano alla radio.
Non amo guidare, la macchina se potessi la lascerei arrugginire in box, ma le occasioni si prendono al volo, quella che mi è stata proposta era troppo allettante per rinunciarvi; ho sempre sognato un lavoro grazie al quale potessi viaggiare e nell'ambito che più mi piace, cioè la gastronomia e la ricerca sul territorio, bene questo sarà il mio compito.
Mi riservo ancora un alone di mistero, perchè sono io che mi autoi-mpongo un periodo di prova.
Lanciata? certo.
Pronta? ovviamente.
Sicura? di aver accettato come minimo, riguardo al futuro io posso solo sapere che tipo di impegno sono in grado di prendere e che tipo di riscontro credo di poter garantire...da lì in poi non mi sbilancio.
Dai parcheggio che sono arrivata, a fianco del Direttore Commerciale, meno male che ieri alla prima trattativa c'era anche lui. mitico!
Questa mattina pochi rallentamenti e code a tratti tra Trezzo e Dalmine, la barriera di Agrate non è stata un problema.
Hugs,kisses&cookies


7 commenti:

cannella ha detto...

E vvvai Gaia!!!

Nora ha detto...

a me già prende l'ansia in circonvallazione... pensa te!

Beh, in bocca al mannaro per il lavoro!!! =D

Gaia ha detto...

grazie grazie...
still keep your fingers crossed!

RoVino ha detto...

Ma quanti chilometri ti toccano al giorno??? Certo la A4 un tapis roulant lo è assai di rado :))
Io sono abituato da due anni a fare tutti i giorni un tratto di A1 e, a parte rari casi, debbo dire che "scivola" bene.
Non ti affaticare troppo e buona fortuna!

Gourmet ha detto...

Complimenti per la nuova avventura!
;-)
Hug & Kisses 4 Two!

gli scribacchini ha detto...

Si ma poi...
Si ma se sei tanto impegnata...
Si ma se sarai stanca...
E la nostra pappa?
Scai e lo zio

Gaia ha detto...

dai ziotto mica ti faccio morire di fame! scai è lì tutto goduto perchè la nonna gli ha preparato il brodo d gallina, così si mangia le sue crocchette arricchite e la gallina lessa!
sciambola se dis chi a milan!
dai che poi questo we vi faccio il resoconto della scampagnata su in collina con tappa d'obbligo alla Rosengana!