martedì, febbraio 21, 2006

Dolcetto di Riso&Soya

La scorsa settimana, sono andata nuovamente a svaligiare Kathay, il negozio-alimentari internazionali, in zona Paolo Sarpi, e sono rimasta incuriosita da questo dolcetto di riso&soya che stava nel banco frigo; negli ingredienti figurano solo farina di riso, olio di riso, soya, zucchero e aroma di vaniglia...ora mi chiedo e mi domando come stiano insieme le basi? la loro consistenza è piuttosto spugnosa, come un savoiardo molto più sottile, fate conto che ognuna sarà alta circa 1/2 cm, sono compatte e non si sbriciolano, la crema dentro, sembra quella di adzuki, per cui quasi gelatinosa, dolce e molto buona...mi piacerebbe provare a rifarlo a casa, ma mi chiedo come riproporre la base, già che non ci sono nè uova nè latte nè burro...che dite? qualche idea?

Bollettino medico: Kat, mi raccomando non rimanere incastrata con le dita! Il nonno è ancora stabile, da lì non ci muoviamo, il chirurgo purtroppo è pessimista, i dottori di rianimazione non si sbilanciano mai, perchè come sempre anche per loro la situazione può cambiare di ora in ora per cui anche noi abbiamo i consueti due appuntamenti al giorno per avere qualche notizia.
Hugs,kisses&cookies
 Posted by Picasa

4 commenti:

Graziella ha detto...

Strano dolcetto! Non oso darti consigli sulla sua preparazione,ma mi offro per l'assaggio!

gli scribacchini ha detto...

Approposito del bolletino medico. come sta il ficus? :-)
Quella storia del ficus mi aveva davvero intenerito (è stato un modo stupendo di descrive l'angoscia )ma non dirlo in giro che ho una reputazione da ogb da difendere.
Remy

Gaia ha detto...

ok graziella, al prossimo raid saccheggiatore te ne prendo un paio e te li mando se vuoi!
Remy...il ficus è sempre lì sul tavolino, mi sa che lo stanno un po' trascurando perchè ieri sera perdeva qualche fogliolina, forse anche lui si è rattristato a vedere tutta questa pioggia e questo cielo grigio e ombroso...oggi lo coccolo un po', gli darò l'acqua e ci parlerò qualche minuto, si sa mai che non si riprenda.
Ormai lì in sala d'attesa ci siamo solo noi, per ora il nonno è da solo accudito da tutta la squadra di infermieri e dottori che tra l'altro ieri hanno nache banchettato con una crostata e i muffins che la nonna mi ha chiesto da portare loro!

rosso fragola ha detto...

bisognerebbee assaggiarli, così è difficile a dirsi, però vs bene senza farine, come il mio dolcetto.
Ciao!