domenica, marzo 09, 2008

A tutto pesce!

Avevo un po' abbandonato il blog...di nuovo..si di nuovo!
Queste settimane in ufficio sono state davvero molto frenetiche e anche se mi capta di avere il tempo per postare qualche cosa non ho mai le foto da aggiungere così ne approfitto ora per fare tutto bene bene una volta sola!
Non vi ho ancora detto che ho iniziato un corso di cucina monotematico sul pesce alla "mia" Scuola della Cucina Italiana, luogo in cui ormai sguazzo da ben 7 anni e in cui ho imparato tantissimo!!!! Questo corso lo stavo inseguendo da tre anni e finalmente ora me lo sono regalato; si proprio regalato...la prima lezione è stata ormai tre settimane fa e ogni volta è sempre così bello e così coinvolgente che tre ore sembrano non bastare mai!

Vi lascio qui qualche immagine sulla tecnica di sfilettamento di un pesce piatto, che è un po' più complessa rispetto ai pesci come branzino e orate; dai pesci piatti come questo rombo si ricavano 4 filetti e per evitare di romperli è bene iniziare con un incisione sotto la testa, seguire la linea della lisca centrale e poi con la punta di un coltello iniziare a incidere la pancia facendo leva proprio sulla lisca, usandola come punto di riferimento fino in fondo;
Poi una volta acquisita manualità è moooooooolto meno complicato di quanto sembri....

Passiamo alla prima ricetta:

Sfogliatine di mazzancole e carciofi
Ingredienti (per 4 xsone)
250g pasta sfoglia
12 mazzancolle
4 carciofi
1 scalogno
olio evo
dragoncello ( o origano che si sposa meglio con i carciofi)
burro qb
vino bianco qb
succo di limone
sale e pepe bianco

-Stendere la sfoglia e ricavare 4 rettangoli;
-Spennellare con l'uovo e cuocere in forno a 210° per 12 minuti;
-Pulire e affettare sottilmente i carciofi;
-Tritare il dragoncello e lo scalogno separatamente;-Pulire le mazzancolle eliminando il carapace e togliendo il budellino interno;
-Rosolare delicatamente lo scalogno con due cucchiai di olio, aggiungere i carciofi e parte del dragoncello; sfumare con il vino bianco e poi portare a cottura per 15 minuti a fuoco lento e coperti;
-Aggiungere anche le mazzancolle e regolare di sale e pepe; portare a cottura per qualche minuto;
-Prendere le sfogliatine e tagliare a metà, farcirle con i carciofi e le mazzancolle;
-Emulsionare il succo di limone con ancora un cucchiaio di olio e il dragoncello rimanente e nappare le sfogliatine.
Servire tiepido.
Hugs,kisses&cookies






4 commenti:

Joynho ha detto...

Ciao, prima di tutto complimenti per il blog!
Se ti va, visto che sei esperta di cucina, volevo segnalarti una community che avevo in testa e che ho creato: www.cityfan.it …
Visto che ce ne sono pochi utenti esperti di cucina e capaci di dare un giudizio critico, potresti recensire i ristoranti e le pizzerie non per l’architettura e il servizio, ma per come si mangia!
Verrò a leggerti spesso, così ingrasso virtualmente!!!!
A presto!

Gaia ha detto...

grazie!
benvenuto su questo blog!!!
ora vado a dare un occhio al tuo link!
a presto allora!!!
;-)

COMITATI AUTONOMI ha detto...

IL GIORNO DELLE RISERVA DI PESCA TORRE A LAVAGNA

Volevo costruire in maniera rapida una riserva di pesca Torre al largo del Porto di Lavagna per poter mangiare pesce fresco già entro un anno pescato personalmente da amici del mare come me. Come posso fare?

Devi trovare un fondale poco pescoso al largo del porto di Lavagna, di quelli sabbiosi tipici senza traccia di pesci attraversato da correnti calde, e organizzare il giorno della Riserva di Pesca.

Devi preparare un volantino da appendere nel porto di Lavagna, in quello di Sestri Levante, in quello di Chiavari e anche di Rapallo, nei negozi di nautica, nelle vie di passaggio, alla stazione, in cui spiegare che nel giorno prefissato ognuno dovrà caricare dei bei sassi come quelli nella foto, ma anche più grandi, da portare nel fondale prefissato e buttare in mare per fare la riserva di pesca.

Se riesci a coinvolgere duecento barche ed ognuna porta 4 o 5 macigni, la riserva è fatta ed ogni anno potrete ingrandirla rinnovando l'iniziativa.... (CONTINUA...)

comitati-autonomi.blogspot.com/2008/06/il-giorno-delle-riserva-di-pesca-torre.html

Anonimo ha detto...

prima di tutto mi dispiace perche il mio italiano non e il meglio, io sono di costa rica, e il mes scorso sono andato in italia ho studiato un po di lingua e anche un corso di cucina in una scuola a parma,stavo cercando la forma di sfilettare un rombo quando ho trovato tu blog, per una riceta di moreno cedroni "costoletta di rombo, impanata alla birra chiara con salsa di trippa di coda di rospo ed erbe di campo strascinate"
ricavare una forma che assomiglia alla classica costoletta dove il pesce assume le sembianze di la carne.sino lo hai visto ti cosiglio di cercare questa riceta svipulla molto la creativita.
atte: julio alpizar