mercoledì, febbraio 04, 2009

Torta di carote ( tipo camilla)

Sarà che ormai mi sono lanciata nella pasticceria casalinga sfornando torte e dolcetti da colazione-merenda, ma quando mi ci metto vengono proprio bene!
Non voglio assolutamente essere presuntuosa o peccare di "ubris", ma questo tipo di torte soffici e morbidose ben lievitate ormai mi riescono davvero senza problemi e ne sono molto soddisfatta perchè sono quelle che mi aiutano a smaltire tutta la tensione e il nervoso che si accumula normalmente...per cui oltre ad essere assolutamente goduriose sono anche mooooooooooooolto terapeutiche!
Un po' come le colazioni o gli aperitivi con le amiche!

Ingredienti ( stampo da 26cm)

300g farina di mandorle
300g carote pulite-grattuggiate e BEN strizzate
5 uova
200g zucchero semolato ( anche 100g di canna+100g bianco)
1 bustina di lievito per dolci vanigliato
farina di riso o fecola qb da aggiungere se il composto dovessere essere troppo liquido

-Preriscaldare il forno a 180°
-Imburrare e infarinare lo stampo a cerniera o da ciambellone
-Dividere i tuorli dagli albumi;
-Montare i bianchi a neve ferma con un pizzico di sale e un terzo dello zucchero;
-Montare a crema i tuorli con lo zucchero; aggiungere le carote dopo averle bene bene strizzate a asciugate ( può non sembrare,ma le carote sono moooooooooolto acquose, per cui dopo averle grattuggiare io consiglio di mettere il un colino a maglia fitta e lasciarle una decina di minuti a colare e poi con il retro di un cucchiaio schiacciare in modo da far fuoriuscire buona parte del loro liquido);
-Aggiungere anche la farina di mandorle con il lievito e mescolare bene; aggiungere gli albumi montati e regolare con farina di riso o fecola se necessaria;
il composto deve essere morbido ma non troppo altrimenti rischia di non cuocere e rimanere poi molliccio all'interno;
-Versare nella teglia e infornare in forno già caldo per 45-50 minuti;verificare la cottura con la prova stecchino.
-Sfornare, lasciar intiepidire nello stampo e poi capovolgere su un piatto da portata; spolverare con zucchero a velo oppure glassare con del cioccolato fondente fuso a piacere.

Hugs,kisses&cookies

5 commenti:

Saretta ha detto...

Cavolo è bellissima!Io non la faccio da tempo ma devo rimettermi all'opera!
besos

Gaia ha detto...

eh si sara,
adesso che la stagione permette queste torte, vai e opera perchè da graaaaaaaaaaaaaaaaaandi soddisfazioni!
la prossima però solo cioccolato perchè ne sono in astinenza

Carolina ha detto...

Sembra molto buona... Sai che è un po' di tempo che voglio provare a fare una torta del genere?! Poi, le Camille mi sono sempre piaciute molto. Ti copio la ricetta, così prova a rifarla.
Grazie e buona domenica!

Gaia ha detto...

brava carolina copiala!
io la faccio da tanti anni, proprio perch+ da piccola divoravo quintalate di camille così insieme alla mamma abbiamo provato un po' di ricette e questa è quella che messa a punto non lascio più!

piera ha detto...

bella e buona, devo proprio provarla...ciao